Sara Forte

Sara Forte

Painter

Sara Forte was born in 1978 in Verbania, Italy. A self-taught artist who since an early age has been dedicated to painting. Sara experimented with many art forms including graphite drawings, oil pastels, sanguine, drypoint, mezzotint and etching. She went onto master oil and acrylic art forms. What was originally a passion has become her career. All her artworks derive from her personal experience and research. The key elements in her work are the balance between shapes and colors, pictorial tradition and innovation. The original instinctive brushstroke has become a vehicle to impart a universal message. The style of her artwork has evolved into an abstract and symbolic “new wave”, that reflects the artist’s sensitivity. Sara Forte refers to the scroll images depicted in her paintings as “Papyrus”. She uses them as a metaphor of the constant “in fieri”, the ceaseless evolution, of mankind. She has worked together with goldsmiths to create unique pieces of jewellery. For a number of years she has been using the most famous of the Murano’s furnaces to create her unique glass sculptures that originate from her “Papyrus” images depicted in her paintings. The glass sculptures acquire an allegorical value, with references to the works of the best known writers of the 20th Century. Silicon discs have replaced canvas for her most recent artwork. The Silicon disc is used as a conceptual element to represent the evolution of communication. Three-dimensional works where the artist puts aside the collage on canvas and chooses silicon as a conceptual element capable of depicting the evolution of communication, an artefact of testimony to a discourse on man, an object of modern archeology and a synthesis of the complexity of postmodern living. Silicon, the material used today to produce tablets, smartphones and computers, will be the object of future archeology. Versatile experimenter of different techniques and themes, she has to her credit several participations in collective and personal exhibitions in Italy and abroad. He has exhibited in Italy, Austria and France. She lives and works in Milan.

Sara Forte

Sara Forte

Pittrice

Sara Forte nasce nel 1978 a Verbania. Autodidatta, fin da giovanissima si dedica alla pittura, e perfeziona la tecnica sperimentando tutte le pratiche pittoriche dal disegno con grafite, pastelli ad olio e sanguigne all’incisione a punta secca, maniera nera e acquaforte, approdando alle soluzioni ad olio e in acrilico. Quella che era solo una passione diventa una professione e tutto ciò che propone è frutto della sua personale esperienza e ricerca. Un equilibrio di forme e colori, tradizione pittorica e innovazione sono gli elementi sempre presenti nelle opere dell’artista. Al gioco iniziale del gesto dettato dall’ispirazione si è via via sostituito un segno che va alla ricerca di una pittura che possa farsi tramite di messaggi universali. Il segno espresso dalle forme delle opere è mutato in funzione di una sorta di nouvelle vague simbolico-astratta che è divenuta, ormai, cifra riconoscibile della sensibilità dell’artista. Una figura che si attorciglia, che la Forte chiama “papiro” e che nasce in foggia di metafora dell’essere umano, del suo costante vivere in fieri, in una incessante evoluzione. Ha collaborato con artigiani orafi disegnando pezzi unici di gioielleria, e realizzato stampe per tessuti applicati alla confezione di abiti e accessori. Da anni la sua ricerca è volta alla realizzazione di sculture in vetro create direttamente nelle più importanti fornaci di Murano, dove le forme proposte nei quadri assumono una valenza tridimensionale e allegorica con diversi  riferimenti alle opere dei più noti letterati del 900. Attualmente la ricerca si rinnova nelle più recenti opere realizzate su disco di silicio, materiale che fornisce moltitudini di informazioni. Opere tridimensionali dove l’artista mette da parte il collage su tela e sceglie il silicio come elemento concettuale atto a raffigurare l’evoluzione della comunicazione, manufatto di testimonianza di un discorso sull’uomo, un oggetto di archeologia moderna e di sintesi della complessità del vivere postmoderno. Esso infatti viene oggi utilizzato come elemento principale nella costruzione di tablet, smartphone e computer. Versatile sperimentatrice di tecniche e tematiche diverse, ha al suo attivo diverse partecipazioni a mostre collettive e personali in Italia e all’estero. Ha esposto in Italia, Austria e Francia. Vive e lavora a Milano.

error: Alert: Content is protected !!